Il corpo di fabbrica dello stabile  risale ai primi del 19° secolo, le sue fondamenta furono erette su un substrato di terra di riporto che avanzava la linea di costa fino alla prima edificazione del porto.

Lo stabile si trovava in stato di integrale degrado, crollato al suo interno,  il residuo di muratura perimetrale veniva  sorretta da un fitta impalcatura di tubo giunto.

Per sostenere strutturalmente il restauro siamo intervenuti prima sul perimetro delle fondamenta con  micropali , consolidato le murature portante con delle iniezioni di betoncino ed infine  legato l’intero corpo con delle stringhe di fibra di carbonio.

La qualità delle finiture interne ripercorre gli stili ed i materiali dell’inizio del secolo scorso quando il palazzo era ad uso di foresteria per le maestranze marinaresche.